Menu Close Menu

I flocculanti in piscina

14 luglio 2021

I prodotti flocculanti servono a migliorare l’efficienza del filtro. Come tutti i prodotti chimici, è fondamentale la modalità di dosaggio.

 

INDICE

  1. A cosa servono i flocculanti
  2. Come si usano i flocculanti
  3. Quali flocculanti utilizzare
  4. Conclusioni

A cosa servono i flocculanti

I prodotti chimici flocculanti svolgono una azione elettrochimica coagulante che, attraverso un processo di tipo elettrico, avvicina e lega tra loro piccole particelle, che da sole riuscirebbero altrimenti a passare attraverso il letto filtrante e a non essere trattenute. L’aggregazione di queste particelle di sporco formano piccole masse che hanno una forma che ricorda molto i fiocchi e per questa ragione le sostanze che provocano questa azione vengono definite flocculanti.

I flocculanti vengono introdotti nell’acqua della piscina per aiutare la filtrazione e per rendere l’acqua più brillante e limpida.

Come si usano i flocculanti

Ci sono due modalità attraverso le quali possono venire utilizzati i flocculanti: introducendoli direttamente in piscina oppure dosandoli all’ingresso del filtro. Si tratta di due procedimenti diversi tra loro, che ottengono effetti diversi.

Va fatta una doverosa premessa. I flocculanti agiscono in acqua in un tempo molto breve, al massimo qualche minuto, un tempo che varia in funzione della sostanza utilizzata e, solo in minima parte, del pH dell’acqua e della temperatura. Quando vengono introdotti nella piscina, quindi, potrebbero rendere torbida l’acqua fino a quando tutto il volume non passa attraverso il filtro e lo sporco flocculato viene trattenuto. Questo nel caso in cui l’acqua sia molto torbida, come può accadere ad esempio quando la piscina viene riempita con acqua di pozzo. In questo caso conviene fermare le pompe e lasciare che i flocculi precipitino sul fondo della vasca. Dopo qualche ora, l’acqua sarà diventata molto limpida, ma sarà necessario asportare con tempo e pazienza ciò che si è depositato, facendo in modo che non si volatilizzi di nuovo nell’acqua.

Quando invece il flocculante viene introdotto in prossimità del filtro, attraverso una pompa dosatrice sull’impianto piuttosto che con l’utilizzo delle cosiddette pastiglie multifunzione (che contengono anche flocculante) introdotte negli skimmers, i flocculi si formano subito prima del letto di sabbia e vengono subito trattenuti dal filtro, senza intorbidire l’acqua della piscina.

In entrambi i casi, va scelto il prodotto più adatto, poiché va considerato il tempo nel quale si forma il flocculo, che deve essere adeguato al tragitto da compiere, affinchè il flocculo arrivi ben formato sulla superficie del filtro piuttosto che precipiti sul fondo della vasca.

Non tutti i filtri richiedono la flocculazione per migliorare la propria efficienza. In alcuni casi la flocculazione è praticamente inevitabile per ottenere una buona qualità dell’acqua, soprattutto con filtri a sabbia, mentre va accuratamente evitata con i filtri a cartuccia o a diatomea.

Quali flocculanti utilizzare

I flocculanti maggiormente impiegati nel trattamento delle acque di piscina sono solfati o cloruri contenente ioni di alluminio o di ferro, commercializzati sotto forma di solfato di alluminio, policloruro di alluminio e cloruro ferrico. L’intervallo di pH più adatto, seppure differente per le diverse sostanze, è comunque lo stesso entro il quale va mantenuta l’acqua della piscina. Se però il pH sale oltre il valore di 7.5, alcune tipologie di flocculanti potrebbero non essere efficaci. La temperatura influenza il processo di flocculazione, rallentandolo nel caso di temperature basse.

Trattandosi di prodotti contenenti metalli (ferro e alluminio) è sempre necessario conoscere le dosi esatte, per non eccedere nella introduzione di metalli in acqua, sempre dannosi per la salute se non contenuti entro concentrazioni minime. Allo scopo, sono presenti sul mercato alcuni kit di analisi che consentono di verificare la concentrazione di ferro e/o alluminio in acqua.


Conclusioni
Come tutti i prodotti chimici introdotti nell’acqua di piscina, anche nel caso dei flocculanti è indispensabile conoscere la composizione del prodotto per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze. Oltre alla possibilità di pericoli per la salute e per l’ambiente, inoltre, nel caso dei flocculanti il rischio di non ottenere i risultati voluti è particolarmente presente. Anche in questo caso, quindi, la competenza del fornitore e del manutentore sono fondamentali per evitare di buttare denaro e di creare danni.